Turbina Eolica 20kw

COS’È UNA TURBINA ECOLIBRÌ AD ASSE VERTICALE 20kW

Le turbine Ecolibri ad asse verticale sono progettate per generare energia elettrica da immettere in rete oppure per accumulare in batterie per la realizzazione di un sistema ad isola. In questo ultimo caso, l’installazione prevede una quota di energia solare a corredo.

Tutte le turbine possono essere collegate tra loro realizzando un parco eolico.

La turbina può essere dipinta con diversi colori per adattarsi al meglio all’ambiente circostante.

Perché una pala ad asse verticale? Non è necessario sistemare la pala rispetto al vento: il funzionamento è costante al di là della direzione del vento e viene attivato anche a basse velocità; la turbina verticale è di solito più efficace con venti turbolenti e raffiche; ha bisogno di una manutenzione ridotta e molto più semplice.

LA STORIA DELLA TURBINA 20kW-EW01

La turbina ad asse verticale 20kW -EW01 è nata nel 2020.

E’ stato realizzato un prototipo con pale in composito ed il generatore a rotore esterno in testa d’albero; questo modello però verrà modificata per realizzare una turbina più efficace e più economica.

Made in Italy – Prodotto e distribuito da Ecolibrì

TURBINA 20kW EW02

Una volta terminata la turbina 10kW EW02, l’obiettivo sarà quello di realizzare una nuova turbina da 20kW. Come tutte le turbine ad asse verticale occuperà poco spazio. Ecolibri ha realizzato un primo prototipo di turbina ad asse verticale da 20kW, tuttavia ha deciso di non commercializzare questo prodotto. Entro luglio 2022 si terminerà dunque la progettazione e la prototipazione della nuova versione di turbina da 20kW. Sarà un prodotto made in Italy, troverà massima applicazione nella realizzazione di mini grid per scopi industriali. Avrà le vele in composito, un generatore assiale posto in basso al palo per garantire leggerezza al palo di sostegno e sarà una macchina con una produttività in condizioni di bassa ventosità o alta ventosità, secondo le norme richieste.

Ecolibri si avvarrà del supporto del Politecnico di Milano per potere procedere alla realizzazione di questo nuovo modello.

Combinato con pacchi batteria e pannelli solari, potrà essere utilizzato come sistema ibrido di accumulo collegato alla rete o indipendente dalla rete nazionale.